Finirai per trovarla la via, se prima hai il coraggio di perderti... T. Terzani

Avis

Era il 30 luglio 1951 quando un piccolo gruppo di pionieri, 21 persone in tutto decisero di affrontare in modo diretto e propositivo un argomento all’epoca circondato da non pochi pregiudizi: la donazione del sangue.

L’argomento ancora suscitava arcaiche paure nell’immaginario di una vasta fascia della popolazione, ma era una pratica già studiata e consolidata a livello medico-scientifico. Se la scienza medica avevagià individuato la strada per salvare molte vite umane, nella pratica ancora scarseggiava la… “materia prima”. Così i fondatori del sodalizio montevarchino non si dedicarono solo alle donazioni, ma anche ad una fondamentale opera di allargamento della base sociale. Il concetto della donazione del sangue stentava a far presa nell’opinione pubblica.

Nei tempi recenti, la donazione è una pratica quasi comune, e le donazioni sono aumentate, per attestarsi nel 2010 attorno alle 2330 unità.

Avis Montevarchi

FRANCESCO RISTORI, DONATORE DI SANGUE DA SEMPRE, SARA’ TESTIMONIAL PER AVIS

10171686_275971075919069_8987533556745173919_naVIS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Latest posts

Cittadino giapponese starter kit

Benvenuti in Giappone! Quello vero, non quello de

Corea – toccata e fuga

Corea. Corea? Già, che c'entra?! Partiamo dall'i

Il timido Monte Fuji

Hokkaido, fattoria di Saeki: arrivano molti avvent

Newsletter

Contact info

Per qualsiasi info, consiglio, proposta, o semplicemente per fare due chiacchiere, contattami!

e-mail: info@sognandoriente.it

Qui sotto trovi tutti i contatti

                 Freccia